Category Archives: Articoli

Un nido di candide piume. Una lettura “altra” del 5 maggio

di Alessandra Trevisan Chiamò Henritte e le disse: “Voglio un requiem per lui; desidero tributargli un onore letterario, vergine da ogni patriottismo, che si rivelerebbe altrimenti, per la sua fragilità sillogica, assolutamente vano. Penso alla storia e penso all’uomo che tutto in sé racchiuse. In questo consistette la sua grandezza, nell’aver raccolto la sfide dell’agire e sopportato le sconfitte” Non

Singin’ the voodoo: Melissa Laveaux in concerto

di Giuseppe Nava La programmazione 2018 del Teatro Miela, nelle serate Miela Music Live, continua a offrire interessanti proposte musicali. Lo scorso venerdì il teatro ha ospitato la prima delle tre date italiane di Melissa Laveaux, cantante e chitarrista canadese di origine haitiana, la cui musica si fonda su un originale mix di influenze e sonorità, collocandola nelle zone ibride

Concertone del Primo Maggio: la rinascita degli italiani

di Alina Tomasella Mi sono rotto il cazzo della “Nuova Musica Italiana” tutti al concerto del Primo Maggio, come fosse il Coachella e invece nelle fabbriche… i soliti quattro stronzi Versione rimaneggiata di Mi sono rotto il Cazzo (Turisti della democrazia, Garrincha Dischi 2012) di Lo Stato Sociale, in apertura al Concertone 2018. C’è chi li chiama deja-vù, chi luoghi

Gillo Dorfels e il Kitsch. Le oscillazioni del cattivo gusto

di Anna Sardo Ho dovuto rileggere tre volte l’articolo prima di credere alla notizia della morte di Gillo Dorfles, critico d’arte, pittore e intellettuale poliedrico, figlio di Trieste, “del mare, della montagna e del Carso”, scomparso il 2 marzo all’età di centosette anni. Anche io facevo parte di quella schiera che lo riteneva immortale. Quando, non più tardi di un

I nostri prossimi appuntamenti, tra “Vicino/Lontano” e “scuola del sospetto”

Come alcuni di voi già sapranno, abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding per la realizzazione del prossimo numero di Charta Sporca, dedicato al tema “Distopie” (qui tutte le informazioni). Nel frattempo, con in saccoccia il nostro nuovo numero zero, abbiamo in programma diversi appuntamenti, per conoscere nuove persone e rivedere amiche e amici di lungo corso. Dopo esserci presentati nella

Conversazione (im)possibile con Pier Paolo Pasolini

I nuovi fascismi, l’autoimprenditorialità e gli intellettuali di Andrea Muni Le parti di PPP sono “montate” attraverso un collage che ho fatto attingendo liberamente da “Saggi sulla politica e sulla società”, ultimo volume delle Opere complete edite da Mondadori. AM: Ciao Pier Paolo, scusami per averti così indelicatamente riesumato. Immagino che vorresti parlare prima di tutto del tuo brutale omcidio,

L’energia dell’inerme: la poesia e continuità fra le generazioni

di Tommaso Di Dio Diciamolo subito: in poesia non esiste una cosa come un “giovane poeta”. C’è semmai un’età della scrittura e un’età dello stile, ma non sono cose che si ritrovano sulla carta di identità. “Giovane Poeta” o “Anziano Maestro” sono categorie sociologiche, merceologiche, cose che si dicono così per dire: nulla di serio, insomma. La poesia è piuttosto

La necessità di una prospettiva orizzontale. Intervista a Giulia Caminito

a cura di Davide Pittioni La grande A è stato uno dei romanzi presentati nel corso della prima edizione del Festival Letteraria. “Una storia umana – avevamo scritto nella recensione che motivava la scelta – di due generazioni di donne, madre e figlia, in cui l’Africa figura come il principale correlativo ‘fisico’ del loro essere sempre e comunque fuori luogo,

« Older Entries