Category Archives: Approfondimenti

Se “dio è morto”, tutto è permesso?

di Francesca Ruina “Dio è morto… e quindi?”. Questo quesito compare per la prima volta implicitamente, in forma di affermazione, nel romanzo I fratelli Karamazov di Dostoevskij; una domanda che rappresenta ancora oggi una delle poste in gioco politico-culturali più scottanti dei nostri giorni, continuando senza sosta a riproporsi come problema fondamentale non solo della psicoanalisi e della filosofia, ma anche

Fare corpo con la verità: Nietzsche, Foucault e noi

Intervista a Rossella Fabbrichesi di Andrea Muni Rossella Fabbrichesi, docente associato di ermeneutica filosofica all’Università Statale di Milano, allieva di Carlo Sini, è autrice – tra le sue molte importanti pubblicazioni – del libro In comune. Dal corpo proprio al corpo comunitario. In questa raccolta di saggi si confronta in maniera interdisciplinare, appoggiandosi ad autori dalla provenienza decisamente eterogenea, con le trasformazioni

Indebolire la verità, “Con Nietzsche”

Intervista a Pier Aldo Rovatti di Stefano Tieri Ci sono molti modi di occuparsi del filosofo dello Zarathustra: lo si può leggere spassionatamente, soffermandosi su qualche frase a effetto; lo si può far rientrare nei canoni di una filosofia “tradizionale”, elencandone uno dietro l’altro i concetti-chiave; lo si può prendere e farne un “manifesto” politico; o ancora lo si può

Sul valore della verità

Contesto, contenuto e attualità della filosofia della scienza di Nietzsche di Helmut Heit La Scienza è senz’altro uno dei fondamenti culturali più importanti e influenti della civiltà moderna. La filosofia di Nietzsche è largamente considerata, a ragione, una delle critiche più significative portate contro i fondamenti (morali e non solo) di questa stessa civiltà. Il filosofo tedesco era interessato in

Le sovversioni di Marx: lavoro, consumo, soggettività

di Andrea Muni In un loro fantastico e demenziale sketch i “soliti idioti”, travestiti da giovani parroci al mare in missione evangelica, indagavano fittiziamente sulla reale posizione occupata da Gesù negli interessi e nel cuore dei vacanzieri. Il loro sondaggio, tradotto in una speciale e sconfortante classifica, rivelava amaramente che il “salvatore” si posizionava all’ultimo posto, preceduto da personalità politico-religiose

Intervista a Rocco Ronchi: “Il contro-umanismo di Marx (e i suoi eredi)”

di Andrea Muni Muni: Ha ancora senso, secondo lei, occuparsi di Marx oggi? Crede sia possibile un nuovo e differente utilizzo pratico, e politico in senso lato, dei suoi scritti e delle sue teorie (magari capace di separarsi dalle due esperienze del “marxismo” che sono state dominanti lungo il secolo breve, vale a dire quella umanistica e quella scientifico-economicistica)? Andrea Muni

Perché Marx e Freud?

di Samo Tomsic Il “lavoro” dell’inconscio Leggendo l’Interpretazione dei sogni – il celeberrimo testo in cui Freud per la prima volta teorizza contemporaneamente i fondamenti sistematici del meccanismo inconscio e quelli della pratica analitica – possiamo imbatterci in una curiosa quanto stupefacente metafora forgiata dall’inventore della psicoanalisi. Sforzandosi di esemplificare il rapporto che intercorre tra i pensieri coscienti, il desiderio

« Older Entries Recent Entries »