Category Archives: slide

Venice Virtual Reality: Ready for “Ready Player One”?

di Francesco Ruzzier Con l’introduzione della sezione Venice Virtual Reality – avvenuta nella scorsa edizione – la Mostra del Cinema di Venezia ha di fatto aperto una porta, dietro la quale era davvero difficile prevedere cosa ci fosse nascosto. Sebbene infatti la creazione di universi e realtà simulate sia ormai da decenni al centro di produzioni cinematografiche e videoludiche, la

“La profezia dell’armadillo” di Emanuele Scaringi

di Francesco Ruzzier “Probabilmente conoscete la storia di quelle due capre che mangiano la pellicola di un film tratto da un romanzo di grande successo. A un certo punto una capra dice all’altra: ‘era meglio il libro””. Fu così che Alfred Hitchcock rispose a François Truffaut durante l’intervista più famosa della storia del cinema. La domanda, ovviamente, traeva origine da

“Basaglia e le metamorfosi della psichiatria”: un racconto dall’ex O.P.P. di Trieste

di Anna Sardo Controversa questione, il compleanno. C’è chi non aspetta altro per sentirsi una volta all’anno il re della giornata, c’è chi non vuole invecchiare, ci sono quelli che dicono che festeggiarlo ormai è demodée, ci sono quelli che sull’autobus non ti salutano, ma che spronati da Facebook ti mollano gli auguri sulla bacheca. C’è poi chi invece, senza

Il fascismo non è causa di sé (Lettera a un progressista)

di Andrea Muni È successo, può succedere ancora. Il fascismo è tornato. Il cancro ha infestato i linfonodi e si diffonde, attraverso il sangue mediatico, aggredendo tutti gli organi bersaglio del corpo sociale. Già… ma perché? Mi è capitato questa primavera, grazie a una imprevista supplenza di storia e filosofia in un liceo, di compiere una full immersion obbligata nel

L’angolo dell’amusia – I baciatori

Mentre l’aereo rulla dopo l’atterraggio sulla pista polverosa, in pieno deserto, mi domando ancora se non mi sia fatto condizionare troppo dai numerosi racconti e leggende che circolano sui baciatori. La scarsità di documentazione reperibile al riguardo, i resoconti poco dettagliati, e da ultimo la casualità che sta alla base del fenomeno, dovrebbero indurre ogni buon giornalista a pensare alla

« Older Entries