“Le inseparabili”. Il romanzo inedito di Simone de Beauvoir

#libridafemminucce

di Francesca Macor

Non era mai stato edito prima questo dolcissimo romanzo di Simone De Beauvoir, Le inseparabili, per Ponte alle grazie; scritto nel 1954 e conservato dall’autrice che non volle pubblicarlo, racconta dell’amicizia tra lei e Zaza, dal loro incontro a scuola fino alla morte di Zaza nel 1929.

Simone diventa Silvye, e Zaza Andrée, provengono da famiglie di diversa estrazione sociale e in particolare Andrée da un clan ultracattolico dalle rigide tradizioni. Entrambe dimostrano intelligenza e una spiccata personalità, qualità malviste nelle bambine che rendono la loro amicizia osteggiata non solo dalle famiglie, ma anche dalla scuola. Le pressioni che le ragazze subiscono non riescono tuttavia a separarle e Andrée può trovare nell’amicizia con Silvye un rifugio dall’ambiente oppressivo in cui vive.

Un ambiente che la porta a tagliarsi volontariamente il piede con un’accetta, per trovare requie dalla madre, e a cercare nel matrimonio una temporanea via di fuga che però, a lungo andare, la soffocherà definitivamente facendole credere di essere lei quella sbagliata.

Una storia d’amore, perché questo sono tutte le amicizie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*