Tag Archives: macchine culturali

Macchine culturali

di Stefano Tieri Macchine culturali: la cultura come qualcosa di prodotto, fabbricato, frutto di una catena di montaggio che possiede finalità ben precise e una direzione prestabilita. Un meccanismo pervasivo, evidente in ambito accademico ma che si manifesta, con forza uguale, nell’editoria, nel giornalismo, nella critica, nei cartelloni dei teatri, nelle sale cinematografiche, nei palinsesti televisivi e più in generale

Ingranaggi

di e. Quest’articolo parla dell’avvilente situazione delle discipline umanistiche nel mondo universitario italiano secondo l’esperienza di una dottoranda in filosofia. Mi sono iscritta alla facoltà di Lettere e Filosofia nove anni fa, ma ora non potrei farlo più. Mentre perdevo il mio tempo a laurearmi qualcun altro perdeva il proprio tempo a cambiare il nome di dipartimenti e facoltà, a dividere,

Nulla è vero tutto è permesso

di Ruben Salerno Dal generale al particolare Le atrocità che si perpetrano ogni giorno dall’Ucraina al Medio Oriente, senza contare l’Africa subsahariana o il centro America, testimoniano come “La bestia umana”, noncurante del tempo che scorre e imbelle ai progressi scientifici e tecnologici, sia rimasta sostanzialmente uguale a se stessa, continuando a falcidiare vite e intere civiltà, stuprando, rubando e

Macchine e fughe impossibili. Proposte di lettura sulla produzione culturale

di Piero Rosso È impossibile esaurire la discussione sulle macchine nel breve spazio di un articolo; possiamo, però, farci alcune domande e proporre alcune letture: pochi lampi veloci che non tengono conto delle origini della questione e illuminano forse ben poco, ma permettono pur sempre di muovere i primi passi e lasciarsi alle spalle l’indecisione iniziale nell’affrontare l’argomento. La macchina