terza pagina

Perdonarsi nella notte. Tre pagine di un diario althusseriano

di Andrea Muni (Immagine di Marco Guglielmelli) Trieste, Rems di Aurisina, 25/11/2023 Percorro col dito il muro della cella, c'è una crepa che non passa, è sempre lì, come un pezzo di me. Le sbarre alla finestra...

Terza pagina. “Lettera di accompagnamento a gatto bianco”

di Davide Rossi Nonostante la mia allergia ai gatti, misteriose circostanze mi hanno portato a diventare, da un giorno all’altro, il padrone di un piccolo felino bianco – che al...

Educazione e violenza: parliamone. “Teorema”

di Sara Nocent Immagine di Silvia Mengoni Primo teorema: poniamo che la scuola esploda. Ammettiamo che sia vuota, ovviamente senza nessuno al suo interno, e che possa essere rasa al suolo....

Terza Pagina. “Pinocchio singhiozzo”

di Teo Verdiani Che vada a fare in culo la Fata TurchinaChe poi la amoÈ che mi è andata per traverso quella cosa di diventare veroLa verità fa schifoDicono che...

Terza Pagina. “Al palo”

di Michela Beltrame (Immagine di Silvia Mengoni) Ho aperto un bar. Il mio bar. Ero da solo all'inizio, mi stavo appena abituando all’idea di avere un’attività tutta mia. L’ho chiamato “Bar...

“Guida” di Giuseppe Nava

“Guida” di Giuseppe Nava è il secondo momento della rinnovata collana di poesia Libretti verdi, a cura di Beatrice Achille e Carlo Selan per ZufZone. Presentiamo qui una breve premessa dell'autore al suo “Guida”, e a seguire una selezione di quattro poesie. Guida non segna un cammino, né dà indicazioni per...

Terza Pagina. “Sangue stella”

di Andrea Muni Questi graffi che scavo nella carta, non sono me. Ma ora, ora io, li sono in te. Le dita sono spore, non morte metafore, le parole si diffondono per la penna, nella carta: ti toccano. Vorrei lasciarti, ma non riesco, un'oncia di questa carne che pulso, che vive perché sia sempre con te, fuori. Una coperta grossa per scaldarti di lei, avvolgerti in...

#NODI. Rosario alla Madonna che scioglie i nodi

di Giuseppe Nava Uno per la paura, che ci tiene allerta Il bambino stava male da giorni, tre dottori lo avevano visitato senza capire cosa avesse. La nonna chiamò una sua amica dal paese vicino, “tutte cazzate” disse suo padre. L’amica della nonna trovò sotto il materasso del bambino un groppo...

#NODI. Nodo della levatrice

di Giuseppe Nava All’alba suo padre andò a seppellire il moncone nel campo dietro casa. L’uomo scavò nei pressi di un melo, come aveva fatto suo padre e il padre di suo padre. La terra era dura e gelata. Nelle mani intirizzite, l’involto di stoffa che conteneva il cordone gli...

“Rina” di Rosaria Lorusso: il ritorno del Battello Stampatore

di Zuf Zone “Rina” di Rosaria Lo Russo è il primo momento della rinnovata collana di poesia Libretti verdi, a cura di Beatrice Achille e Carlo Selan per ZufZone e Battello Stampatore. Le prossime uscite di questo progetto saranno: "Guida" di Giuseppe Nava e "Inconvertendo" di Gino Scartaghiande. Presentiamo qui una...

Nonno Ebuh #2. “Reuto Ottodita” (PT. I)

di Leonardo Pelloni Quintabà Quando la risata se ne andò dal volto rugoso di nonno Ebuh, il vecchio, ancora sorridente, alzò lo sguardo, verso un punto dietro le spalle dei tre spettatori, e fece un cenno con la mano. Merath, girandosi, vide che gli altri bambini erano già arrivati da un...

Terza Pagina. I morti vivono

di Matteo Piergigli (Dipinto di Marco Guglielmelli) I morti vivono i morti vivono dentro indizi di naufragio dal punto non visto questo inchiostro lascia tutto a te * sogno l’amore nei cuscini la soglia del limite nella voce * mentre saluto Anna è lì davanti al tramonto delle cose aspetta non chiede nulla * anche qui è passato Giuda i morti tra noi nei giorni che vorrebbero notti ho raccontato la...

#NODI. Nodi di coda. Il re dei topi

di Giuseppe Nava (Illustrazione di Silvia Mengoni) "Sette teste di topo, con altrettante coroncine scintillanti, sbucarono dal pavimento, squittendo e soffiando orribilmente... E, dopo le teste, sgusciò fuori il corpo cui le teste medesime – e relative corone – appartenevano". Questa è la prima apparizione del Re dei Topi nella fiaba di...

L’Apocalisse delle foglie (ovvero, Favoletta delle eternità concentriche)

di Andrea Muni (Illustrazioni nell'ordine di Lucio Pastore e di A. & E. Muni) Ottobre. Sull'altipiano carsico due foglie, Nina e La Picia, parlano tra loro. Nina: Picia mia, te sa' che no me sento mica tanto ben? Ti come te stà? La Picia: Mah, sa' che no so... a pensarghe sì, un poco...

Loop andante #1

di Mara Vidon Insomma, Michele era uscito dalla comunità di recupero per tossicomanici e dopo meno di un anno era di nuovo in via Roma a farsi le pere. Michele era di Udine come me e quando eravamo ancora drogati ci si salutava sempre da lontano durante le code al Sert...

“Malerba” e altri quattro inediti di Alessandro Barbato

di Alessandro Barbato 1. Malerba Raccoglierò i miei fiori lì soltanto dove spuntano tenaci tra malerbe di sospiri, liberati dall'alone che rimane sui miei giorni di cristallo. Li trapianterò tra i gelsi che pazienti ancora aspettano sul bordo di ogni notte che finisca la gelata, per stanare col profumo più selvatico del tempo che ci resta l'assolata eternità dei tuoi giardini senza vento. 2....

Il buon proposito

di Primož Sturman (trad. dallo sloveno di Michele Obit) Nella sala d'attesa dell'ambulatorio non c’è nessuno. Il momento ideale per venire a vantarmi dei miei successi, e allo stesso tempo, per incassare la giusta dose di complimenti e dare una scossa all'autostima. «È ancora nervoso, vero?» mi chiede il dottore, quando apro...