Approfondimenti

Educazione e violenza: parliamone (con Weber). Per uno specialismo spirituale

di Francesco Bercic Chiunque s’impanchi a critico del sistema universitario contemporaneo, nella fattispecie dell’insegnamento all’interno delle facoltà umanistiche, si scontra presto o tardi contro il muro apparentemente invalicabile dello specialismo. Basti dare un’occhiata anche sommaria...

Educazione e violenza: parliamone (con Fanon). Decolonizzare le istituzioni, cedere sovranità

di Andrea Muni L’aggressione coloniale s’interiorizza in Terrore nei colonizzati. Con ciò non intendo soltanto il timore che essi provano davanti ai nostri inesauribili mezzi di repressione, ma anche quello...

Una nave nella foresta. Herzog e la fame d’inutile

di Pierangelo Di Vittorio *Questo testo è un montaggio di estratti dal nuovo libro di Pierangelo Di Vittorio Fitzcarraldo Fragment. Il sublime, la techne, il legame sociale (Efesto, Roma 2023),...

La fame di Sarah Kane

di Francesca Pascale Immagine di Silvia Mengoni Il cerchio è l’unica forma geometrica che è definita dal suo centro. La terra, per definizione, ha un centro. E solo il pazzo che...

Un’economia cosmica: la teoria della dépense di Georges Bataille

di Antonio Lucci Se l’attività di Georges Bataille come romanziere della sessualità perversa, filosofo eteroclito, teorico del sacro e della religione è (relativamente) nota al pubblico, non da ultimo per...

‘Detective del desiderio’. Un estratto da ‘Ragione funambolica’

di Pierangelo Di Vittorio Il nuovo libro di Pierangelo Di Vittorio, "Ragione funambolica. Sull'utilità del pensiero per la vita", è appena uscito per Mimesis (che ringraziamo per averci concesso questa corposa "anteprima"). Un lavoro che cresce su se stesso, per "assemblaggi" e "analogie", e in cui l'autore - a partire...

Surrealismo e rivoluzione: Action-30 e la sfida Breton-Bataille. #MORTIVERSARIO/BATAILLE

di Collettivo Action 30 Striscia tratta da Bazar Elettrico, di Collettivo Action 30 (P. Di Vittorio, A. Manna, G. Palumbo, Bazar elettrico. Bataille, Warburg, Benjamin at Work, Lavieri, Potenza 2017). Testi e montaggio delle citazioni tratte dalla polemica fra Bataille e Breton a cura di Pierangelo Di Vittorio. Disegni di Giuseppe...

Note su “La letteratura e il male”. Memorie di un abbecedario invertito #MORTIVERSARIO/BATAILLE

di Donato Novellini (dipinto di Andrea Savazzi) La Littérature et le Mal, saggio in otto mosse di Georges Bataille pubblicato nel 1957 da Gallimard, potrebbe a ragion veduta essere consigliato ai neofiti, viatico di lazzaretto letterario per aspiranti cattivi discepoli, congeniale primo approccio - va da sé iniziatico quanto corruttivo -...

Nonostante Hollywood, è già domani

di Pierangelo Di Vittorio Questo testo di Pier Angelo Di Vittorio è uscito sul nostro numero cartaceo del 2020, "Apocalisse" (qui il link per acquistare le ultime copie rimaste). Lo pubblichiamo online in questi giorni, vista la bruciante attualità del tema, la multifattoriale gravità della situazione mondiale in cui ci...

Quando Foucault parlò con un operaio. L'(in)attuale rispetto di una “star” filosofica per il sapere dei lavoratori

di Andrea Muni “L’intellettuale serve a mettere insieme le idee, ma il suo sapere è parziale rispetto al sapere dei lavoratori”. Con questo titolo esce su Libération del 26 maggio 1973 una conversazione tra José, operaio della Renault vicino alla Gauche Proletarienne – Sinistra Proletaria (gruppo di estrema sinistra maoista/spontaneista)...

Semiotica della fine: il glitch e la turbo-violenza delle immagini

di Alessandro Sbordoni Un’immagine implica sempre una forza, una certa quantità di violenza. Ogni figura deve infatti sempre rimuovere, mettere da parte, scansare un’altra immagine, per mostrarsi. In questo senso l’immagine del Sole è un’immagine particolarmente crudele, poiché si presenta soltanto cancellando ogni altra immagine. Per un breve momento, l’immagine...

“Tecnoluddismo. Perché odi il tuo lavoro”. Un estratto del nuovo libro di Gavin Mueller

di Gavin Mueller (traduzione di Valerio Cianci) Pubblichiamo in anteprima, per gentile concessione delle amiche e amici di Nero Not, un estratto del libro di Gavin Mueller Tecnoluddismo. Perché odi il tuo lavoro, uscito il 26 gennaio, e tradotto per l'edizione italiana da Valerio Cianci. La questione luddista, il rapporto con...

#MORTIVERSARIO/BATAILLE. Action 30 e l’orecchio di Van Gogh

Striscia tratta da Bazar Elettrico, di Collettivo Action 30 (P. Di Vittorio, A. Manna, G. Palumbo, Bazar elettrico. Bataille, Warburg, Benjamin at Work, Lavieri, Potenza 2017) Il testo utilizzato è tratto da G. Bataille, "La mutilation sacrificelle et l'oreille coupée de Van Gogh", in Documents, n.8, 1930. Cliccando sulle tavole è...

Fallimento, depressione e dittatura neoliberale. Disperata ‘Lettera aperta’ alla nostra generazione (PT II)

di Andrea Muni (Illustrazione di Silvia Mengoni) Don't forget to memorize your lies/Non dimenticarti di imparare a memoria le tue bugie, (Sonic Youth, Disconnection notice) (Ismene): Fa venire i brividi quel che riscalda il tuo cuore / (Antigone): Ma così vado bene a quelli che devono apprezzarmi davvero / (Ismene): Ammesso che tu...

Fallimento, depressione e dittatura neoliberale. Disperata ‘Lettera aperta’ alla nostra generazione (PT I)

di Andrea Muni Non è necessario fare ricorso alla forza per costringere il condannato alla buona condotta, il pazzo alla calma, l'operaio al lavoro, lo scolaro all'applicazione, l'ammalato all'osservanza delle prescrizioni . Colui che è sottoposto a un campo di visibilità, e che lo sa, prende a proprio conto le...

Ricordando Lorenza Ronzano. Due estratti da “La variabile umana”

Con Piero Cipriano e la casa editrice Eléuthera abbiamo pensato di rendere omaggio alla memoria di Lorenza Ronzano, scomparsa prematuramente, ripubblicando una piccola selezione del suo libro "La variabile umana", Eléuthera 2019. . Dalla Prefazione a “La variabile umana” di Lorenza Ronzano di Piero Cipriano che rende questo libro più efficace...

Semiotica della fine: la noia alla fine del mondo

(di Alessandro Sbordoni) (Illustrazione di Leone Maria Kervischer)   I sogni della fine non sono più soltanto i frutti della disperazione e del terrore. Sono anche i fermenti della noia.Non è soltanto quando il mondo è orribile o crudele, ma è quando non ha ormai più alcuna importanza che il mondo esista...